Amy Winehouse è morta: l’autopsia non ha stabilito le cause del decesso

2011-07-25

Amy Winehouse è morta: l’autopsia non ha stabilito le cause del decesso

Il 23 luglio la cantante Amy Winehouse è stata trovata morta alla giovane età di 27 anni. La sera precedente era stata avvistata nel suo quartiere, Camden Square, in procinto di acquistare grandi quantità di droghe: cocaina, eroina, ecstasy, ketamina. L’artista è stata poi trovata morta nel suo appartamenti dopo una telefonata ricevuta dal suo abitacolo alle ore 15:54, ma pare che la Winehouse fosse morta già da qualche ora.

La sera prima della tragedia il medico aveva visitato Amy e secondo le sue affermazioni la ragazza era in uno stato di salute alquanto dicreto, non notando niente di anomalo.

Oggi 25 luglio è stata praticata l’autopsia sul corpo senza vita della giovane cantante, ma pare che l’esame autoptico non sia stato in grado di dare le risposte sperate, non riuscendo a stabilire quali potessereo essere le reali cause della morte di una ragazza di 27 anni. Ci vorranno altri esami istologici e tossicologici, per risultati che non arriveranno prima di 2-4 settimane. Intanto, si dichiara che nella sua abitazione non è stata trovata traccia di droga.

I funerali di Amy Winehouse si svolgeranno il prima possibile, non appena verrà data l’autorizzazione. Intanto continuano i pellegrinaggi dei fan che lasciano biglietti e fiori fuori al suo appartamento, omaggiando quella che è stata una giovane vita spezzata dalla droga e caratterizzata da una breve ma intensa carriera.

Federica Perrot

 

cosa ne pensi?